Il progetto

ALI – Autografi dei letterati italiani è un portale per lo studio delle scritture autografe degli scrittori italiani dalle Origini fino alla fine del Cinquecento, frutto del lavoro di storici della letteratura, filologi, storici della lingua, paleografi, bibliotecari e archivisti.
Costituisce la versione digitale del progetto degli Autografi dei letterati italiani, diretto da Matteo Motolese e Emilio Russo, e pubblicato, a partire dal 2009, in una serie di volumi pubblicati sotto gli auspici del Centro Pio Rajna:

  • Le Origini e Trecento I, a cura di Giuseppina Brunetti, Maurizio Fiorilla, Marco Petoletti, Roma, Salerno Editrice, 2013.
  • Le Origini e Trecento II, a cura di Giuseppina Brunetti, Maurizio Fiorilla, Marco Petoletti, Roma, Salerno Editrice, 2013 (in preparazione).
  • Il Quattrocento I, a cura di Francesco Bausi, Maurizio Campanelli, Sebastiano Gentile, James Hankins, consulenza paleografica di Teresa De Robertis, Roma, Salerno Editrice, 2013.
  • Il Quattrocento II, a cura di Francesco Bausi, Maurizio Campanelli, Stefano Carrai, Teresa De Robertis, Sebastiano Gentile, James Hankins, Roma, Salerno Editrice (in preparazione).
  • Il Cinquecento I, a cura di Matteo Motolese, Paolo Procaccioli e Emilio Russo, consulenza paleografica di Antonio Ciaralli, Roma, Salerno Editrice, 2009 e 2013.
  • Il Cinquecento II, a cura di Matteo Motolese, Paolo Procaccioli e Emilio Russo, consulenza paleografica di Antonio Ciaralli, Roma, Salerno Editrice, 2009 e 2013.
  • Il Cinquecento III, a cura di Matteo Motolese, Paolo Procaccioli e Emilio Russo, consulenza paleografica di Antonio Ciaralli, Roma, Salerno Editrice (in preparazione).

I dati compresi in ALI provengono dal lavoro di schedatura compiuto, per la versione cartacea, dagli autori delle singole schede. Senza le loro ricerche l’intero progetto non sarebbe mai stato possibile.

*

ALI è stato finanziato da un progetto FIRB 2010 – Futuro in ricerca, destinato ai progetti di studiosi Under-40 coordinato a livello nazionale dalla Sapienza Università di Roma (responsabili: Matteo Motolese, coordinatore; Emilio Russo, Maurizio Campanelli), e realizzato assieme all’Università degli Studi RomaTre (responsabile di unità: Maurizio Fiorilla) e all’Università degli Studi del Sacro Cuore, Milano (responsabile di unità: Marco Petoletti). Il progetto si è avvalso del supporto della Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali del MiBACT per la realizzazione di una campagna di riproduzioni, condotta nelle biblioteche nazionali italiane in collaborazione con ICCU e Internet Culturale.

 

*

ALI è stato ideato ed elaborato da Maurizio Campanelli, Maurizio Fiorilla, Matteo Motolese, Marco Petoletti e Emilio Russo in stretta collaborazione con Francesca Ferrario.

ALI è stato progettato e sviluppato sulla base del framework open source Muruca (www.muruca.org), un sistema modulare per creare, gestire e pubblicare biblioteche digitali.

ALI consente di gestire agilmente testi,  immagini e contenuti editoriali e adotta gli standard tecnologici in uso nella comunità delle Digital Humanities (XML-TEI) e più in generale nella comunità scientifica (RDF).

I moduli di Muruca di cui ALI fa uso comprendono: il backend dell’applicazione, attraverso cui è possibile inserire, gestire e pubblicare testi, immagini e dati nella biblioteca digitale; un sistema per la gestione dei contenuti editoriali relativi al progetto; un modulo per l’indicizzazione e la ricerca avanzata della biblioteca digitale; il frontend di ALI, tramite cui si accede a tutti i contenuti del sito.